Scarica l'OM

Vai alla pagina
degli allegati

Pubblicata l'OM 60/2020
relativa all'aggiornamento delle
Graduatorie Provinciali per le Supplenze

Le domande potranno essere presentate dal 24 Luglio per almeno 15 gg salvo slittamenti.

Marcia indietro del Ministero sulla scelta di non inserire nelle GPS (Graduatorie Provinciali per le Supplenze) il punteggio per i Titoli Artistici.
Viene infatti confermato per le CdC di Strumento (sia nelle SMIM che nei LM) la valutazione del punteggio artistico per un massimo di 66 punti.

Altro è invece la valutazione sulla nuova Tabella di valutazione dei titoli per la quale vi proponiamo uno schema a confronto con le relative nostre note a margine.

Prima però una considerazione generale.

L'obiettivo esplicito è quello di ottenere un calcolo automatico del punteggio artistico, superando le valutazioni delle Commissioni provinciali.
Obiettivo comprensibile e di per sé non negativo.
Per farlo, però, bisogna confrontarsi con la realtà e verificare se il risultato è accettabile.
Per prima cosa, modificare la Tabella di valutazione dei titoli artistici, diremmo "a sorpresa" è un principio non solo iniquo ma destabilizzante.
Una Tabella di valutazione non serve solo ad ottenere una graduatoria, serve anche agli aspiranti docenti per sapere quali aspetti della propria preparazione professione curare nel tempo.
Ci sarà chi per anni ha svolto attività e studi tenendo presente la precedente Tabella precedente e credendo che il Ministero indicasse con ciò il modello di docente ideale. Un MIX di diverse competenze ed esperienze maturate in anni di studi e attività professionali.
Certo cambiare si può ed è anzi doveroso a fronte di una modifica del profilo professionale richiesto.
Ma di questo si tratta? e se si intendeva farlo perché non annunciare con molto anticipo quale nuovo profilo professionale si intendeva richiedere?
Ora si dice agli attuali studenti che, ad esempio, è meglio non perdere tempo con gli studi e le pubblicazioni metodologiche o di ricerca, non ci serve quel tipo di docente.
Inutile andare all'estero a farsi un Diploma di Perfezionamento, nel caso meglio farlo all'Accademia Santa Cecilia.
Quando si è chiamati per un Concerto, invece di informarsi sul compenso o sul contesto in cui si sarà inseriti, meglio chiedere se paga il FUS.

Peggio di tutto ciò. Implicito nella forma e nei tempi con cui è stata resa nota la scelta, c'è un "per questa volta!"
La prossima? ve lo diremo a sorpresa al prossimo rinnovo delle graduatorie.

A nostro avviso se la nuova Tabella è il massimo che si potesse fare era meglio mantenere il precedente regime.

Segue sotto la tabella comparativa

 

Una collana didattica impostata sul processo di autovalutazione dell'alunno particolarmente
adattabile alla Didattica a Distanza.

Tabelle a confronto

Vecchia Tabella Nuova Tabella Note
f) Corsi di Perfezionamento in qualità di allievi effettivi:
  - allo strumento cui si riferisce la graduatoria         da 1 a 2 punti
  - per strumento diverso da quello cui si riferisce la graduatoria
                                                                             da 0,5 a 1 punto
B.A.18 - Diploma di perfezionamento conseguito presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, per ciascun titolo
a) relativo allo strumento cui si riferisce la graduatoria o relativo alla musica da camera                                                             Punti 6
b) relativo ad altro strumento                                            Punti 3
Che dire...
con tutto il rispetto per l'Accademia di Santa Cecilia se invece il Corso di Perfezionamento fosse stato svolto a Berlino, Parigi o Tokio, niente?
Così, giusto per evitare di metterla sul piano della concorrenza tra istituzioni nazionali?
c) Primo, secondo o terzo premio in concorsi nazionali od internazionali (per ciascun esito)                                da 1 a 3 punti B.A. 19 - Premi in concorsi nazionali o internazionali relativi allo specifico strumento, per ciascun premio e fino a un massimo di punti 6 a) primo premio                                                                Punti 3
b) secondo premio                                                             Punti 2
c) terzo premio                                                                  Punti 1
La valutazione è sostanzialmente identica. Vista l'aggiunta "relativi allo specifico strumento" se ne deduce che non hanno alcun valore eventuali premi ottenuti con altro strumento o Direzione
d) Idoneità in concorsi per orchestre sinfoniche di Enti Lirici o Orchestre riconosciute (per ciascuna idoneità e fino ad un massimo di punti 6)                                                                    da 1 a 3 punti B.A. 20 - Idoneità in concorsi per orchestre sinfoniche di Fondazioni Lirico Sinfoniche o Orchestre riconosciute ai sensi dell'articolo 28 della legge 14 agosto 1967 n. 800 e successivi provvedimenti, o in analoghe istituzioni estere, per ciascun titolo e sino a un massimo complessivo di punti 10                                                                           Punti 2 La valutazione è sostanzialmente simile ma viene limitata alle orchestre riconosciute ai sensi della Legge indicata.
b) Attività professionale, compresa quella di direzione, in orchestre lirico-sinfoniche svolta in ciascun anno solare             da 1 a 6 punti B.A. 21 - Attività professionale, compresa quella di direzione, in orchestre sinfoniche di Fondazioni Lirico Sinfoniche o Orchestre riconosciute ai sensi dell'articolo 28 della legge 14 agosto 1967 n. 800, o in analoghe istituzioni estere, per ciascuna stagione e sino a un massimo di punti 30                                                          Punti 5 Vedi sopra
a) Attività concertistica solistica in complessi di musica da camera (da duo in poi)
  per lo stesso strumento cui si riferisce la graduatoria da 1 a 2 punti
  per strumento diverso da quello cui si riferisce la graduatoria
                                                                               da 0,5 a 1 punto
B.A. 22 - Attività concertistica solistica o in formazioni di musica da camera (dal duo), in Italia purché all’interno di attività finanziate dal Fondo unico per lo spettacolo, o all’estero, per ciascun titolo e sino a un massimo di punti 30:
- per lo stesso strumento cui si riferisce la graduatoria         Punti 2
- per strumento diverso da quello cui si riferisce la graduatoria
                                                                                       Punti 1
Innanzitutto viene posto un tetto prima inesistente.
Nel merito della valutazione, la differenza sostanziale sta nel riconoscimento unicamente dell'attività concertistica  finanziata attraverso il FUS per quelle svolte in Italia, mentre per le attività svolte all'estero non vi è alcuna limitazione.

Ci pare una scelta molto discutibile e davvero problematica.
Probabilmente l'obiettivo è di evitare le Commissioni di valutazione dei titoli e rendere il tutto tabulabile elettronicamente.
Il risultato è comunque pessimo.

1) Si presume quindi un'auto-responsabilità di chi inserirà i propri dati? Non mettiamo in dubbio l'onestà dei compilatori, ma gli errori seppure involontari saranno un'infinità, non fosse altro perché andare a ricostruire se un'attività svolta 10 anni fa fosse all'ora stata svolta tramite o meno il FUS non sarà semplice.

2) Volendo essere corretti, chi dovrà indicare il numero di Concerti svolti in queste condizioni dovrà per ogni titolo dichiarato acquisire una dichiarazione dell'Ente che aveva promosso il Concerto?
Se l'Ente (pensiamo a molte associazioni) non fosse più esistente?
Se l'Ente non risponde per tempo?

3) Nessuna indicazione in merito ai punteggi già assegnati, il che presume (anche perché è cambiata la tabella di valutazione) un ricalcolo per tutti. Compresi oloro che hanno ottenuto il riconoscimento del punteggio attraverso un contenzioso giudiziario.

e) Composizioni, pubblicazioni, incisioni discografiche, studi e ricerche di carattere musicale, metodologico o relative alla didattica strumentale (per ciascun titolo e fino ad un massimo di punti 6)                                                                             da 0,5 a 1 punto   Niente, le esperienze di carattere metodologico o di ricerca e le pubblicazioni didattiche non rientrano tra gli interessi di un buon docente di strumento.
g) altre attività musicali documentate (per ciascun titolo)
                                                                             da 0,2 a 1 punto
  Chiaramente questo era il punto impossibile da codificare